CHI RAGGIUNGE IL CENTRO DOMINA TUTTO

Il combattimento é imprevedibile per definizione, e indica un conflitto violento con l'intento di stabilire una dominanza, non credete ai corsi di autodifesa dove si cerca di catalogare una infinita varietá di attacchi, nel tentativo di imparare le contromosse.

Mao Tse

sifu

Guido d'Ausilio nasce a Foggia il 3 Maggio 1970.
Appassionato da sempre di sport, si laurea a pieni voti in Scienze Motorie, ottenendo anche 2 borse di studio.

Si avvicina alle arti marziali con il Karate. Nel 1986 inizia lo studio con l'Aikido, che proseguirá per 20 anni, conseguendo il grado di 3° Dan sotto la guida del Maestro Yoji Fujimoto, e diventando per un periodo uchideshi (allievo interno).
Qui ottiene molte soddisfazioni aprendo prima un corso per bambini e poi per adulti.
Nel 2000 integra la sua pratica di Aikidoka al Wing Chun – sistema Leung Ting - della federazione W.T.O.I., arrivando a conseguire il grado di 1° Tecnico nel 2006.
Non soddisfatto cerca nuove realtá di Wing Chun, fino a conoscere Antonio Luciani e diventarne allievo. Tuttora continua a praticare e collaborare con il suo amico e Sifu Antonio.

Ha conseguito significative esperienze in molte palestre e in varie discipline, dal fitness alla ginnastica artistica e ritmica, nuoto, attivitá motorie per anziani, personal trainer.
Ha collaborato come security manager durante importanti eventi.
Attualmente insegna Wing Chun presso la palestra New Freedom di Ferrara.

Con il termine kung Fu si indica la totalitá degli stili e dei metodi delle arti marziali cinesi.
Letteralmente significa; la capacitá di eseguire un compito (o un lavoro) grazie all'abilitá acquisita nel tempo con un duro addestramento.

Tralasciando le varie leggende su come é nato il Kung Fu o i suoi stili (a tal proposito ci sono vari trattati), la cosa importante é che si divide in stili del nord e stili del sud.
Quelli del nord (montagna) caratterizzato da movimenti ampi e fluidi, uso dei salti e di calci. Quelli del sud (fiume) caratterizato da tecniche corte e potenti, uso ridotto dei calci e di salti, intenso utilizzo delle braccia. Da qui il detto "calci a nord e pugni al sud".

Un'altra differenza puó essere fatta tra stili interni e stili esterni.
I primi previlegiano la difesa, le proiezioni e i colpi ai punti vitali, la seonda privilegia gli attacchi impetuosi e travolgenti.
Col termine Sanda o Sanshou si intende il combatimento libero o a mani nude. Nel 1982 questo modo di combattere del Kung Fu diviene ufficialmente la parte sportiva del Kung Fu con tanto di regolamento usando il termine di Sanda. Quindi con i due termini, prima intercambiabbili, si usa Sanshou per indicare il combattimento libero in ogni sua forma, mentre il Sanda é impiegato prevalentemente in ambito sportivo.

L'allenamento tende con il tempo a rinforzare articolazioni, muscoli e tendini e sviluppa una forza esteriore molto efficace, insegna ad usare il corpo e garantisce coordinazione motoria, equilibrio elasticitá e fiducia in se stessi. Per imparare il Kung Fu non esistono scorciatoie, la strada da percorrere é quella della pratica costante.

"Nella nostra scuola di Fiore Rosso si pratica, ci si addestra e ci si forma secondo il concetto; creo la tecnica, distruggo la tecnica, rigenero la tecnica. Per utilizzare questo concetto usiamo quello che il Kung Fu insegna da sempre, ossia coltivare la pratica sia come arte per combattere che come arte per mantenere in buona salute il nostro corpo e tenere viva la mente"’.

Il termine Wing Chun o "Wing Tsun" significa eterna primavera o radiosa primavera.
Spesso il termine Wing Tsun (Wing Chun) viene spesso traslitterato in vari modi, in funzione delle diverse federazioni, ma nonostante ció si tratta (quasi sempre) dello stesso stile.

La leggenda

Yip Man
Una leggenda narra che il nome Wing Chun sia stato concepito da una monaca buddista dopo essere sfuggita alla distruzione del monastero Shaolin e che avrebbe creato il sistema dopo aver assistito al combattimento tra una volpe e una gru.
Molti invece sostengono che il Wing Tsun (Wing Chun) sia stato creato da vari praticanti parziali provenienti da diversi stili di Kung Fu, che unirono le loro conoscenze e le esperienze per creare un nuovo stile che rappresentasse il meglio del loro sapere. La stanza dove si incontravano venne chiamata appunto Wing Chun (eterna primavera) proprio per rappresentare l'eterna evoluzione delle arti marziali.
Con il passare del tempo i diversi maestri che si succedettero contribuirono a evolvere questo stile adattandolo ai loro tempi, ma senza cambiare i principi del Wing Tsun.

Duro Lavoro

Duro Lavoro
In Fiore Rosso ci piace usare anche il termine Kung Fu (lavoro duro) per non soffermarci solo sull'aspetto del combattimento – che comunque rimane una componente importante – ma interpretiamo il Wing Chun come un mezzo per conoscere noi stessi e studiarci mentre ci esercitiamo con il compagno.
Il Kung Fu nasce come parte di un sistema globale di educazione, il cui scopo finale è una trasformazione radicale e completa dell’intero essere dell’allievo. Nei tempi in cui viviamo queste radici sono state trascurate, sottovalutate o abbandonate del tutto, preferendo seguire mode (corsi di difesa personale basati su una serie di tecniche e contro-tecniche). Ciononostante esse sono il cuore delle arti marziali.
Per comprendere correttamente il Kung Fu e lo stile del Wing Tsun è necessario tener conto sia degli aspetti psicologici che di quelli tecnici. Soprattutto è di estrema importanza capire come un’attività fisica possa toccare argomenti quali la trasformazione psichica e spirituale, oltre che la natura della realtà.

Oriente vs Occidente

Yip Man
Uno dei maggiori contrasti tra la cultura occidentale e quella orientale risiede nel loro differente atteggiamento nei confronti del corpo. In Occidente domina una concezione di divisione tra mente e corpo, rafforzata dal dogma culturale che interpreta il corpo come qualcosa di scarso valore, da disciplinare e da umiliare per rendere l’anima libera. Anche le conoscenze scientifiche elevano il pensiero razionale e l’attività intellettiva a valore superiore, mentre il corpo è visto solo come strumento funzionale per il miglioramento mentale. Al contrario, in Oriente, corpo e mente – e quindi materia e spirito – interagiscono in quella danza che è l’universo (yin e yang). Il pensiero logico è considerato delle volte una trappola nel corso dell’apprendimento delle arti marziali, infatti molte meditazioni (zen) comportano una concentrazione soltanto sulle sensazioni. Proprio per tale motivo studiare, praticare, contemplare e meditare l’Arte del combattimento non è come imparare un metodo di autodifesa (Antonio Luciani).

chi_siamo

Il corso di Wing Chun a Ferrara é formato da un gruppo affiatato di ragazzi e ragazze "di tutte le etá" che condividono il desiderio di apprendere e approfondire i princìpi di questa affascinante Arte Marziale. Il Wing Chun aiuta a conoscere il nostro corpo, insegna a usarlo in maniera armonica. I fondamenti di questo stile del Kung Fu permettono di poter affrontare impreviste aggressioni in modo equilibrato ed efficace, ma soprattutto la pratica del Wing Chun dona benessere al corpo e allo spirito.

Per tutti coloro che vorranno conoscere il Wing Chun potranno scaricare gratuitamente il coupon OMAGGIO cliccando quí e partecipare ad una lezione gratuita.

chi_siamo L’Associazione FioreRosso sostiene il Wing Chun Kyun Gung Fu, non solo come metodo di combattimento, ma come una vera e propria cultura derivante dallo studio e dalla ricerca, dove conoscenza ed esperienza si fondono. In questo modo FioreRosso cerca di rendere lo studio e la ricerca del Wing Chun l’inizio di un viaggio senza limiti e confini.

Il nome FioreRosso proviene da una società segreta nata in Cina durante l’occupazione della dinastia Ching, lo scopo era quello di addestrare guerrieri per liberare la patria dall’oppressione e riportare in auge gli antichi valori. I fautori di questa società mantennero vivo e svilupparono il Wing Tsun, un’Arte Marziale nata nel Tempio di Shaolin, che si basava sulla summa delle conoscenze marziali del Tempio, delle loro esperienze e degli studi nel campo delle scienze mediche, filosofiche e biomeccaniche.

chi_siamo Lo scopo di FioreRosso è quello di continuare questa preziosa ricerca sul Wing Chun e di protrarla nel tempo sostenendo la sua continua evoluzione, e rendendo così anche merito a chi prima di noi ha impegnato la propria vita per lo studio e la divulgazione di questa arte marziale. FioreRosso vuole riuscire a portare i propri praticanti, dall’essere degli imitatori di tecniche dei propri insegnanti, ad essere dei protagonisti attivi del proprio studio, divenire dei ricercatori, degli Artisti Marziali. Il fine di FioreRosso è cercare di liberare il praticante dai vincoli mentali e fisici che vengono normalmente imposti dalla visione predominante che è presente nel mondo delle Arti Marziali.

Oggi, purtroppo, c’è una visione che mira ad una eccessiva commercializzazione e standardizzazione delle Arti Marziali, in particolare nel mondo del Wing Tsun, a discapito dei valori morali e della libertà di espressione dell’individuo. Per FioreRosso le Arti Marziali in generale ed il Wing Chun in particolare non sono un semplice metodo di autodifesa, ma sono uno strumento di ricerca adatto a migliorare le capacità fisiche, mentali e spirituali del praticante.

La capacità di difendersi, la cosiddetta difesa personale è soltanto la naturale conseguenza di una maggiore coscienza psicofisica.

i corsi

Corso per Adulti

Durante l’anno 2017/2018 il corso di Wing Chun si terrá nei seguenti giorni:

Ferrara

Martedì

19.30 – 21.00

Venerdì

19.30 – 21.00


Bologna

Lunedì

21.00 – 22.00

Giovedì

21.00 – 22.00

ALLENAMENTO

Il guerriero che vince è colui che non deve estrarre la spada. Se sei costretto a estrarre e vinci il tuo avversario, hai perso comunque; perché il tuo avversario ha potuto pensare di poterti vincere.

Ponete la massima attenzione nell'evitare lo scontro ma poi tutte le vostre forze saranno concentrate nella lotta. Quando colpite non chiedetevi che effetto avrà il colpo. Visualizzate il risultato. La difficoltà non sta nel continuare a muovere il corpo ma nel tenere la mente all'interno dell'azione.

Più è chiara la meta, maggiore è il risultato.
i corsi

Corso per Bambini

Durante l’anno 2017/2018 il corso di Wing Chun si terrá nei seguenti giorni:

Ferrara

Martedì

18.00 – 19.00

Venerdì

18.00 – 19.00

Ferrara

Via Toscanini 37/c - Ferrara,
presso la palestra New Freedom
Per informazioni sulla palestra: Tel. 0532 – 903753

Bologna

Via di Corticella, 48/A - Castel Maggiore,
presso la palestra Amici del Fitness
Per informazioni sulla palestra: Tel. 051 - 705327

Per informazioni sui corsi di Wing Chun: Tel. 348 – 2694612

WORK IN PROGRESS...
SEGUICI SU FACEBOOK